| IT  | EN 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

Riserve Naturali

 

Oasi del Simeto
Guida alla visita della Riserva Naturale Orientata
Oasi Simeto
Fiume Fiumefreddo
Guida alla visita della Riserva Naturale Orientata
Fiume Fiumefreddo

Normativa

Autorizzazioni

Iniziative

  • Reintroduzione Pollo Sultano
  • II Conferenza Area Protette

Fruizione

Escursioni e visite guidate nelle aree protette

Sentieristica

Il Pollo Sultano "un capolavoro ritrovato"

Il Pollo Sultano "un capolavoro ritrovato"
Storia della reintroduzione in Sicilia
Produzione: Provincia Regionale di Catania

Top

Novità

24 Agosto 2017
Nuove tartarughe all'Oasi del Simeto

Leggi l'articolo

23 Agosto 2017
Salviamo i boschi venerdì giornata di mobilitazione all'Oasi del Simeto

Leggi l'articolo

19 Luglio 2017
Oasi del Simeto. Le tartarughe Caretta caretta hanno scelto ancora di nidificare nell’area protetta

Il direttore dell’Oasi del Simeto, Gaetano Torrisi, rende noto che nelle mattine del 29 Giugno e del 5 Luglio, il dott. Carlo Camera del WWF Sicilia Nord Orientale e gli studenti universitari tirocinanti Rina Romania e Marco Chiodo hanno rivenuto due nidi di tartaruga marina caretta caretta all’interno della R.N.O. “Oasi del Simeto”, di cui la Città Metropolitana di Catania è l’Ente Gestore. In accordo con la Ripartizione Faunistico Venatoria di Catania, nella persona del Dott. Luigi Piccinini, è intervenuto Salvatore Garofalo, membro del Progetto Tartarughe del WWF Italia ed in possesso della necessaria autorizzazione ministeriale, per verificare la presenza delle uova. I nidi sono stati così prontamente messi in sicurezza con apposita recinzione e cartello di segnalazione.Le tartarughe Caretta caretta hanno scelto ancora di nidificare nell’area protetta
Il ritrovamento è il risultato dell’attività di monitoraggio delle spiagge effettuato dal WWF  anche all’interno del Progetto “Nuova Oasi”, progetto che vede la riqualificazione dell’area protetta con la sinergica partecipazione di altre Associazioni ambientaliste no profit con dell’Ente gestore. L’Attività di monitoraggio viene effettuata nelle prime ore del mattino attraverso la ricerca delle tracce di emersione delle femmine di tartaruga marina appartenenti alla specie Caretta caretta (l’unica che nidifica sulle coste italiane), indispensabili per trovare i nidi.
La notizia, di indubbia rilevanza scientifica, dopo tre anni consecutivi di nidificazioni, ci dice della aumentata sensibilità ambientale degli abitanti della zona che hanno dimostrato di comprendere l’importanza della pulizia manuale della spiaggia e dell’importanza dell’attività di sorveglianza del personale di vigilanza della Città Metropolitana di Catania.
Non resta che aspettare la schiusa delle uova, che avverrà nella seconda metà di agosto, e confidare nella collaborazione di tutti i cittadini per la tutela di questa specie protetta a rischio di estinzione.

18 Aprile 2017
Oasi del Simeto, il Sindaco e le associazioni ambientaliste presentano il progetto "Nuova Oasi"

Un percorso che vedrà lo sviluppo di percorsi innovativi, attività di tutela e conservazione delle specie presenti, laboratori interattivi, escursioni con guide naturalistiche e giornate speciali. Il sindaco Bianco: "Qui c'erano sterpaglie, incendi, abusivismo. Oasi del SimetoOra basta: adesso abbiamo un punto per osservare la natura, dove venire a fare un picnic, una passeggiata in bicicletta o a cavallo".
"Qui c'erano sterpaglie, incendi, abusivismo. Ora basta: adesso abbiamo un punto per osservare la natura, dove venire a fare un picnic, una passeggiata in bicicletta o a cavallo". Con queste parole il sindaco della Città metropolitana di Catania, Enzo Bianco, ha presentato questa mattina il progetto "Nuova Oasi" volto alla riqualificazione ed al rilancio della Riserva Naturale Orientata Oasi del Simeto, finanziato da Fondazione con il Sud, che vede protagonisti la Città metropolitana di Catania ed il Comune di Catania con capofila l’Associazione Orione che svolgerà il percorso attraverso l'apporto delle competenze di 8 differenti partner.
"Abbiamo realizzato - ha aggiunto Bianco -, grazie ad un finanziamento comunitario, in collaborazione con il mondo ambientalista e cooperativo, con le strutture pubbliche di Città metropolitana e di Comune di Catania, un'area tutelata. Sono 236 ettari, un tempo completamente abbandonati, ora bonificati, dove ci sarà turismo ambientale; le persone andranno a piedi, in bicicletta ed a cavallo ad osservare la natura e scoprire una realtà meravigliosa. Voglio ringraziare il presidente di Pubbliservizi e dipendenti che hanno lavorato in queste settimane con grande impegno. Oasi del SimetoAbbiamo attuato un'azione di bonifica realizzando i sentieri taglia-incendi, facendo pulizia, creando strade seguendo i sentieri naturali, metteremo a sorvegliare la Polizia metropolitana. Chiederemo collaborazione anche alle altre Istituzioni di Polizia perché siamo consapevoli che c'è anche la criminalità organizzata che non tollera tutto ciò e vuole continuare imperterrita la sua attività di abusivismo. Stavolta per loro non c'è assolutamente pace. Difenderemo questa area recuperata. Porteremo bambini e ragazzi ad ammirare la natura - ha concluso il Sindaco -, a vedere le tartarughe, gli uccelli, la flora, in una delle zone umide più belle di tutta la Sicilia".
Oasi del Simeto Oltre al sindaco sono intervenuti il direttore dell'Oasi Gaetano Torrisi, la presidente dell'associazione Orione Giusi Pedalino, l'assessore comunale all'Ambiente Rosario D'Agata, il direttore del progetto Nuova Oasi Luigi Gravina.
"L'obiettivo raggiunto oggi - ha detto a sua volta Giusi Pedalino - è il frutto di un grande amore e di una grande passione. Oltre ai vari servizi ed alle escursioni ci saranno le attività della Sala didattica per conoscere il fiume, la sue acque, la sua biodiversità. Si farà vera e propria educazione ambientale". Giusi Pedalino ha inoltre ringraziato tutti coloro che hanno contribuito all’avvio del Progetto tra i quali l’onorevole Concetta Raia, per l’aiuto fornito in un momento delicato dell’iter burocratico e il Sindaco Bianco che ha creduto fin dall’inizio al progetto.
"Una grande emozione - ha aggiunto Torrisi - dopo tanti sforzi. Abbiamo raggiunto un bellissimo risultato nell'ambito della cultura ambientalista".
"Questa realtà - ha concluso l'assessore D'Agata - ha visto la partecipazione di tanta gente che con il proprio lavoro, con tanta fatica ma anche con grande passione hanno consentito di valorizzare un parte straordinaria del nostro territorio".Oasi del Simeto
Luigi Gravina di Project Forma ha spiegato le ragioni del successo che ha avuto il progetto in sede di finanziamento da parte di Fondazione con il Sud.
C'erano anche gli assessori comunali al Commercio, Nuccio Lombardo, alla Cultura, Orazio Licandro, all'Urbanistica Salvo Di Salvo e ai Servizi Sociali Angelo Villari, il presidente di Pubbliservizi Silvio Ontario; presenti le associazioni ambientaliste, la Ripartizione Faunistico Venatoria, la Marina Militare, la Fondazione tedesca Manfred Hermsen Stiftung. C'era anche la preside dell’istituto Comprensivo Gandhi di Rottofreno in provincia di Piacenza, Adriana Santoro, interessata a formulare un progetto per la scuola media nei prossimi mesi, per far conoscere loro le zone umide in Sicilia, in particolare l'Oasi del Simeto. 
E' dunque partito un percorso dalla durata di tre anni che vedrà lo sviluppo di percorsi innovativi, attività di tutela e conservazione delle specie presenti, laboratori interattivi, escursioni con guide naturalistiche e giornate speciali curate da WWF Sicilia Nord Orientale, Stazione di Inanellamento e Giacche Verdi di Bronte.
Oasi del SimetoE' stato effettuato il restyling dei percorsi e degli spazi all'interno dell'Oasi e del centro espositivo didattico Torre Allegra. Si tratta di un articolato percorso di riqualificazione volto alla promozione della Riserva Naturale Orientata Oasi del Simeto che unisce la tutela e la valorizzazione del tesoro naturale a strategie di marketing territoriale condivise effettuate a cura dei partner Bios, Ermes Comunicazione e Confcooperative Sicilia. Sarà anche creata una rete sinergica, ampia e rilevante capace di intercettare risorse reali e potenziali per un uso appropriato del territorio e dell’avifauna oltre che per la valorizzazione della vocazione turistica dell’area.
Nel Centro Polifunzionale ci sono: sala proiezioni e convegni, sala accoglienza, sale ufficio e distaccata, sala didattico espositiva.
Nel progetto è previsto anche il monitoraggio delle spiagge per verificare la presenza e la nidificazione della Caretta caretta.
Il sostegno economico da parte di Fondazione con il Sud è di 250 mila euro a cui si aggiungono i 70 mila euro da parte dei partner pari al 20% del budget totale destinato all'iniziativa per un totale 320.000 euro. 
Importante il contributo dato dalla Pubbliservizi che ha provveduto ad effettuare un importante intervento di bonifica e di pulizia in tutta la zona, compresa la Strada Statale 114.
Il 30 aprile si svolgerà l’evento nazionale WWF “Libera Fiumi”, organizzato dall’Associazione Orione e WWF, aperto alla cittadinanza e prevede la partecipazione attiva degli studenti degli Istituti Superiori Boggio Lera e Vaccarini di Catania,  mentre maggio vedrà la realizzazione della “Festa delle Oasi” del WWF.

18 Aprile 2014
Attività di antibracconaggio e di contrasto alla pesca di frodo nella riserva naturale "Oasi del Simeto"

Nell’ambito delle attività di vigilanza personale dell’Ufficio gestione riserve naturali della Provincia Regionale di Catania ha riscontrato, nei giorni scorsi, attrezzature illecite attinenti caccia e pesca di frodo a Catania,in località lago”Gornalunga” nei pressi del Villaggio “Nettuno”,Zona “A” della Riserva Naturale “Oasi del Simeto”.
All’interno del citato lago sono state inizialmente trovate delle reti da pesca e, dopo una attenta perlustrazione della zona sono state rinvenute, nascoste tra la vegetazione spontanea, cinque barche di modesta dimensione in vetroresina, nonché ulteriore materiale ed attrezzature (richiami tipo anatra, nasse, ecc.) utilizzate verosimilmente per attività delittuose consistenti in bracconaggio e pesca di frodo in una zona della Riserva naturale di particolare valenza naturalistica rientrante anche all’interno del perimetro dell’omonimo sito di interesse comunitario (S.I.C.) e in Zona di Protezione Speciale (Z.P.S.), dove stazionano e si rifocillano anche numerose specie di avifauna, protetta e particolarmente protetta, stanziale e migratoria, quale ad esempio la moretta tabaccata e il pollo sultano. Vista la gravità dei fatti, si è subito proceduto al sequestro preventivo del citato materiale e delle citate attrezzature, sequestro pienamente convalidato dall’Autorità Giudiziaria.

27 Ottobre 2013
Si è svolta, presso la riserva naturale "Fiume Fiumefreddo"la 2^ edizione della manifestazione denominata "Compagnia dell’Amicizia"

La Compagnia dell'amicizia
Tutti per uno, uno per
tutti
Produzione: Provincia Regionale di Catania

La manifestazione, che vuole essere un messaggio per tutti gli esseri viventi di unione, condivisione e collaborazione, rientra nel progetto di divulgazione e promozione ambientale e naturalistica dell’ Ufficio gestione riserve naturali facente parte del 4° Servizio, secondo Dipartimento dell’Ente.
La manifestazione è stata realizzata con la partecipazione dei Comuni  di Fiumefreddo e di Calatabiano e delle Associazioni  onlus ambientaliste, animaliste ed umanitarie: Anpana, Anta, Famiglia il Sentiero, Fondo Siciliano per la Natura, Green Peace, Handir, Lega Nazionale Difesa del Cane, Il Tempo che vuoi, Pan, Soccorso Animali.
Il Sindaco di Fiumefreddo è intervenuto per porgere i saluti della propria amministrazione accogliendo con vivo interesse l’iniziativa.
Il Dirigente del Servizio, Ing. Salvatore Raciti, nel portare i saluti dell’Amministrazione  ha illustrato le iniziative che si intendono intraprendere a tutela dell’ambiente, mentre il  direttore delle riserve naturali, Dott. Gaetano Torrisi,   ha  illustrato le peculiarità naturalistiche dell’area protetta ed i progetti da realizzare per la sua tutela. Successivamente è stata data la parola alle associazioni partecipanti  per esporre i loro interventi in merito.
Nel corso della manifestazione sono stati proiettati dei video di cui uno viene riportato, inoltre sono stati allestiti banchetti informativi sulle attività svolte dalle Associazioni partecipanti ed in particolare l’Associazione Handir, oltre ad intrattenere i bambini con un racconto sulla riserva naturale si è fatta promotrice di un’apposita visita guidata dell’area protetta del Fiume Fiumefreddo.
Il Centro di Recupero Fauna Selvatica, rappresentato da Luigi Lino e Grazia Muscianinsi , nel corso della mattinata, ha liberato alcuni esemplari di avifauna selvatica curati presso il Centro.
Tutta la manifestazione è stata realizzata senza nessun onere aggiuntivo per l’Amministrazione Provinciale grazie al lavoro dei dipendenti del Servizio Ambiente e delle Associazioni di volontariato partecipanti.


11 Luglio 2013
Moria di pesci alla foce del Fiume Simeto. Cause da accertare

Non vi è, a tuttoggi, nessuna certezza sulle cause della moria di pesci, circa un centinaio, che verso la metà di giugno è avvenuta presso la foce della vecchia ansa del fiume Simeto, laddove confluisce il torrente Buttaceto.
Dalle indagini effettuate dall’Arpa di Catania, su richiesta della Direzione della Riserva “Oasi del Simeto”, si pensa tra le ipotesi possibili a causare il fenomeno, l’eccessivo proliferare di alghe determinato dall’innalzamento delle temperature, con conseguente sottrazione di ossigeno dall’acqua, la presenza alla vecchia foce dell’ansa del Simeto di alghe che emottono tossine letali per i pesci del fiume, o ancora quella di uno sversamento illecito effettuato a monte nel torrente Buttaceto.
Qualunque sia la causa, ancora da accertare, considerando che il depuratore di Pantano d’Arci funziona regolarmente, la direzione della riserva dell’Oasi del Simeto assicura che il fenomeno non si è ripetuto, e il servizio di vigilanza prosegue con impegno il controllo della Riserva, sia pure con la limitazione di uomini e mezzi, tra l’altro vigilando anche sul fenomeno della pesca di frodo.

Oasi del Simeto, demolita abitazione abusiva
03 Luglio 2013
Oasi del Simeto, demolita abitazione abusiva

Ieri dopo un anno di interruzione sono riprese, da parte dell’Amministrazione  Comunale di Catania di concerto con il Servizio Antiabusivismo, le demolizioni degli ecomostri con l’abbattimento di  un manufatto abusivo costruito 25 anni fa sulla spiaggia dell’Oasi del Simeto.
Erano presenti per la Provincia Regionale di Catania, Ente gestore della Riserva Naturale Orientata “Oasi del Simeto”, gli addetti al servizio di vigilanza della riserva, i responsabili del Servizio Ambiente  e delle Riserve Naturali.

Con questo intervento si prosegue nel progetto di legalità avviato dalla Procura in materia di salvaguardia del territorio e dell’ambiente, con l’intento di contrastare e scoraggiare gli abusi edilizi  volti a degradare luoghi di incontaminata natura.

Giornata Mondiale dell’Ambiente
05 Giugno 2013
Giornata Mondiale dell’Ambiente

Ogni anno il 5 giugno si celebra in tutto il mondo la "Giornata Mondiale dell’Ambiente",
(World Environment day), istituita dall’O.N.U. per ricordare la conferenza di Stoccolma sull’Ambiente Umano del 1972 nel corso della quale prese forma il Programma Ambiente delle Nazioni Unite (U.N.E.P.), che è divenuto uno dei momenti più salienti per combattere i cambiamenti climatici e favorire la tutela dell’ambiente e l’uso sostenibile delle risorse naturali. Il tema scelto per quest’anno è:
So think before you eat and help save our environment!”
Quindi, pensa prima di mangiare e contribuisci a salvare la natura!
La Provincia Regionale di Catania parteciperà, con proprio materiale promozionale sul risparmio energetico, sulla tutela ambientale ed in particolare con pieghevoli sulla promozione dei valori naturalistici delle Riserve Naturali ”Oasi del Simeto” e ” Fiume Fiumefreddo” affidate in gestione, allo stand che si allestirà, nella giornata celebrativa in piazza Stesicoro - Catania dalle ore 9.00 alle ore 12.00, a cura della struttura territoriale di Catania dell’ARPA Sicilia.
Dopo la recente Settimana europea dei Parchi, un’ulteriore contributo di informazione, sensibilizzazione e cultura ambientale finalizzato a far nascere e consolidare una consapevolezza su stili di vita più ecosostenibili e a dimostrazione di un impegno comune per la protezione dell'ambiente.

Giornata Europea dei Parchi
30 Maggio 2013
Giornata Europea dei Parchi

Il 24 maggio 2013,  in occasione della “Giornata Europea dei Parchi”, nella Riserva Orientata Naturale “Fiume Fiumefreddo” e nel Punto di Accoglienza della Riserva Naturale Orientata, “Oasi del Simeto”, gestite dalla Provincia Regionale di Catania, sono stati organizzati degli incontri mirati di “Cultura Naturalistica e Ambientale”.
Nel corso degli incontri sono stati trattati diversi argomenti inerenti l’importanza della preservazione della biodiversità con particolare riferimento agli habitat protetti, alla flora e alla fauna presenti sui luoghi, evidenziando il giusto comportamento da adottare per preservarla.
I ragazzi dell’Istituto Comprensivo “S. SCANDURA” di Aci Catena, e quelli dell'’Istituto Leonardo da Vinci di Misterbianco hanno partecipato con entusiasmo all'incontro tenutosi  presso la Riserva Naturale Orientata  “Oasi del Simeto”.


Prosegue l’attività di accoglienza dei visitatori e di fruizione delle due aree protette gestite dalla Provincia Regionale di Catania  con i  seguenti orari:
 » Riserva Naturale Orientata “Fiume Fiumefreddo
Centro visita e percorso didattico visitabile tutti i giorni dal Lunedì alla Domenica dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e nei  pomeriggi di Martedì e Giovedì dalle ore 15.30 alle ore 17.30.
 » Riserva Naturale Orientata “Oasi del Simeto
Sentieri percorribili tutti i giorni, Punto di accoglienza aperto di mattina da Martedì a Domenica dalle ore 9.00 alle ore 13.00. Lunedì Chiuso.

Giornata Europea dei Parchi
24 Maggio 2013
Giornata Europea dei Parchi

La Provincia Regionale di Catania il 24 maggio 2013, in occasione della " Giornata Europea dei Parchi", nel Centro Visita della Riserva Naturale Orientata di "Fiume FiumeFreddo" e nel Punto di Accoglienza della Riserva Naturale Orientata, "Oasi del Simeto", organizzerà degli incontri mirati di "Cultura Naturalistica e Ambientale" volti a promuovere la conoscenza dell’importanza della biodiversità e della tutela del paesaggio, rafforzando, nel contempo, il senso di appartenenza al territorio nelle nuove generazioni.
I ragazzi dell’Istituto Comprensivo "S. SCANDURA" di Aci Catena, il 24 Maggio 2013, saranno tra i primi a partecipare all'incontro che si terrà presso la Riserva Naturale Orientata "Oasi del Simeto".

Per informazioni sulle due riserve e prenotazioni per scolaresche e gruppi organizzati, anche, in occasione della "Giornata Europea dei Parchi" telefonare al numero: 095. 641860 email: riserve.naturali@provincia.ct.it.

23 Maggio 2013 - La Sicilia
Oasi Simeto: i volontari ripuliscono un tratto di spiaggia

Nell'ambito della manifestazione "Iniziative oceaniche 2013 - Giornata di pulizia del litorale catanese", oggi a partire dalle ore 11 si svolgerà la pulizia del tratto di spiaggia che si trova all'interno dell'Oasi del Simeto, al quale si potrà anche accedere da viale Kennedy 93.
"L'iniziativa è patrocinata dal Comune di Catania e organizzata dall'Associazione Internazionale Surfrider Foundation in collaborazione con la Surf School & Club Catania ASD, la squadra Amatori Catania Rugby e l'Associazione Kitesurf Sicilia Wpoint. Parteciperanno gli studenti delle scuole "Biscari-Martoglio", "Fontana-rossa”, “XX Settembre" e "C.D. Giuffrida" che, coordinati dall'ufficio attività parascolastiche della direzione comu­nale pubblica istruzione, hanno seguito incontri propedeutici articolati in lezioni teoriche e proiezione di materiale video, volti a sensibilizzare sul tema della salvaguardia delle coste e del mare e sulla problematica dei ri­fiuti che inquinano mari e oceani.

Leggi l'articolo

Giornata Europea dei Parchi
17 Maggio 2013 - La Sicilia
Fiumefreddo, i ragazzi dell'associazione Abaie alla scoperta della Riserva

L'associazione Abaie onlus che ha sede ha Fiumefreddo ma abbraccia ed assiste la popolazione autistica residente nel territorio jonico-etneo con l'impegno partecipativo dei genitori ha consentito a circa una trentina di ragazzi di trascorrere un pomeriggio, di alto valore educativo ed interesse ambientale, con la visita alla riserva orientata "Fiumefreddo" grazie anche alla collaborazione delle esperte guide messe a disposizione dalla Provincia. In questa circostanza ai ragazzi che, erano supportati dal presidente dell'associazione Alessandro Lo Piccolo e dal dirigente tecnico Franco Sicali, avevano piacere di sapere ha illustrato le bellezze del luogo l'agente vigilante dell'area Salvo Casella.
Nell'area di accoglienza hanno goduto della conoscenza dell'esemplare di prototipo di mulino ad acqua (l'unico rimasto in visione) e ammirato due esemplari di trota macostigma, una volta presenti in notevole quantità nelle acque "gelate" del fiume e che adesso la Provincia sta cercando di rinfoltire come specie protetta. Lungo il percorso è stato messo in risalto il "gigantismo" delle piante ed è un fenomeno che caratterizza la specie vegetale per vie delle acque "lente" ma ricche di sali minerali. Un'esperienza importante nella formazione di crescita della gioventù che non aveva avuto occasione di apprendere fatti qualificanti.

Leggi l'articolo

Ente Gestore

Città Metropolitana di Catania

II DIPARTIMENTO GESTIONE TECNICA
4° Servizio
Ambiente - Energia - Polizia Provinciale e Protezione Civile

UFFICIO GESTIONE RISERVE NATURALI
Via Nuovaluce, 67a
95030 - Tremestieri Etneo (CT)



pec: protocollo@pec.cittametropolitana.ct.it

e-mail: riserve.naturali@cittametropolitana.ct.it

Contatti

Direttore Riserve:
Dr. Agr. Gaetano Torrisi
Tel. 095 401.2485

Fruzione:
Istr. Amm. Sebastiano Fichera
Tel. 095 401.3625/2931
Istr. Amm. Francesca Giammona
Tel. 095 401.3145

Istruttoria Nullaosta/Autorizzazioni:
Istr. Dir. Antonino Casabianca
Tel. 095 401.2092/2970

Sorveglianza:
Ispettore Francesco Lo Tauro
Tel. 095 401.2046/2445